Attrezzature di lavoro

attrezzature_lavoroIl Decreto Ministeriale 11.04.11 che ha attuato i commi 11, 12, 13 dell'art. 71 del "Testo Unico" D.lgs. 81/08 ha modificato la disciplina delle verifiche periodiche obbligatorie dei mezzi di sollevamento e a pressione (gru fisse e mobili di tutti i tipi, carriponte, piattaforme aeree, sollevatori a braccio telescopico, piattaforme su colonna, ascensori e montacarichi da cantiere, attrezzature e insiemi a pressione, tubazioni, generatori di vapore, centrali termiche, ecc.). Dal 23 maggio 2012 il datore di lavoro è responsabile della mancata verifica sulle attrezzature, non gli basta più esibire al richiesta fatta agli Enti Pubblici.
Nel supplemento ordinario della G.U. n. 194 del 20/08/2013 è stata pubblicata la legge di conversione del Decreto legge 69 ("Decreto del Fare") che ha completamente rivisto le procedure per l'effettuazione delle verifiche sulle attrezzature di lavoro elencate nell'allegato VII del Testo Unico per la sicurezza sul lavoro.

A partire dal 21 agosto 2013 per le verifiche periodiche successive alla prima, il datore di lavoro non è più obbligato a presentare la richiesta all'ASL/ARPA, ma può rivolgersi subito liberamente e direttamente al Soggetto Privato Abilitato prescelto. Importanti novità riguardano anche le prime verifiche, da effettuarsi entro 45 giorni dalla messa in servizio dell'attrezzatura.

Per la comunicazione di messa in servizio e la richiesta di effettuazione della prima verifica periodica potete accedere al portale INAIL.

Per le richieste di verifica periodica successiva vi basterà scaricare il modulo che trovate di seguito ed inviarlo via mail o fax ai nostri uffici.

Modulo per la richiesta di verifica periodica per gli apparecchi di sollevamento

Modulo per la richiesta di verifica periodica per recippienti e tubazioni in pressione

Modulo per la richiesta di verifica periodica per generatori e forni

Per approfondimenti e maggiori dettagli potete accedere al sito dedicato alle verifiche periodiche sulle attrezzature di lavoro

LE DISPOSIZIONI DI LEGGE

Sulla Gazzetta Ufficiale del 29.04.2011 è stato pubblicato il decreto secondo il quale si affida anche ai soggetti privati abilitati l'esecuzione delle verifiche obbligatorie delle attrezzature/insiemi in pressione, generatori di calore ed apparecchi di sollevamenteo (gru fisse e mobili di tutti i tipi, carriponte, piattaforme aeree, sollevatori a braccio telescopico, piattaforme su colonna, ascensori e montacarichi da canitere ... ). A partire dal 21 agosto 2013, le verifiche periodiche successive alla prima possono essere affidate direttamente ad un Soggetto Privato Abilitato senza inviare preventivamente la richiesta all'ASL/ARPA di riferimento.

I DESTINATARI DELL’OBBLIGO

A partire dal 23 maggio 2012 il datore di lavoro è responsabile della mancata verifica sulle attrezzature di lavoro. Dal 21 agosto 2013:

  • deve indicare il soggetto privato abilitato cui intende avvalersi nella richiesta di prima verifica inviata all'INAIL
  • può richiedere direttametne al Soggetto Privato la richiesta di verifica periodica successiva alla prima

LA SOLUZIONE

ECO Certificazioni è il Soggetto Abilitato con più abilitazioni e con più ispettori sul territorio nazionale.

Per informazioni potete contattarci:

tel. 0546/624911

MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Web: www.periodichemacchine.it

 

ECO Certificazioni S.p.A. P.I./C.F./Reg. Imp. Ravenna: 01358950390 R.E.A. Ravenna n. 151113 Capitale sociale: Euro 1.030.386,00 i.v.

Via Mengolina, 33 48018 - Faenza (RA) - Tel. 0546/624911 - Fax 0546/624922      Website: www.ecocertificazioni.eu - E-Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.